Costanza Mignini è la prima dama di Porta Santa Susanna

Maria Mazzoli
Inaugurata anche la taverna di San Pietro, al circolo del Tempo Bono
Domani, alla Rocca Paolina, andrà in scena il “Villaggio medievale”

COMUNICATO STAMPA
Perugia, 21 aprile 2018 – Anche Porta Santa Susanna ha eletto la sua prima dama: è Costanza Mignini. Venticinquenne,  l’ha spuntata sulle altre concorrenti, Cristina Ravacchioli, Irene Bigarini, Nadia Salvati, Angela Parretta, tutte vestite con gli abiti della sartoria l’Arlecchino, sfilando sotto gli occhi attenti dei soci del Rione, riuniti  per l’occasione anche per l’assemblea straordinaria, a Palazzo Degli Oddi, fondazione Marini Clarelli Santi, in via dei Priori. Medico, la giovane Costanza che sogna di diventare pediatra, quasi non crede di aver vinto la sfida. “Non mi aspettavo di diventare la prima dama del rione -commenta appena eletta – anche per la mia giovane età, ma spero di tenere alto il nome del mio rione, come lo è stato nelle precedenti edizioni. Sono molto felice della fiducia che i rionali hanno avuto in me… quindi forza, forza Santa Susanna!”.

Dall’altra parte di Corso Vannucci, in una traversa di Corso Cavour, in festa anche San Pietro che al circolo del Tempo Bono ha inaugurato la sua taverna, un luogo che da qui alla rievocazione di Perugia 1416 sarà per loro il punto di riferimento dove aggregarsi e condividere momenti di convivialità. Per domani, domenica, i san pietrini organizzano anche un torneo di briscola a coppie, dalle 15.30, presso il Centro socio culturale 1° maggio di Ponte San Giovanni, in via Cestellini 24.

Il tutto mentre i rionali di Sant’Angelo sono in fermento per portare in scena alla Rocca Paolina, domani, dalle 15 alle 19.30, il “Villaggio medievale”. Un’ottantina di figuranti, sotto la trascinante regia di Bruno Pilla (coadiuvato da Pamela Ercolanelli e Maurizio Cenci), intratterranno i passanti e il pubblico con scene di vita medievale. Una iniziativa quale tappa di avvicinamento alla rievocazione, una sorta di preludio al Palio 2018, ma anche un evento strutturato per costruire e consolidare una rete sociale fra rionali.