Visita Perugia

Perugia, dove Storia e Arte prendono vita

Potente centro etrusco e poi importante città medievale, Perugia è oggi capoluogo amministrativo delle regione Umbria, sede della prestigiosa Università degli Studi da oltre 700 anni, della storica Accademia di Belle Arti, del Conservatorio musicale e dell’Università per Stranieri, che accoglie studenti provenienti da tutto il mondo a riprova della spiccata vocazione internazionale della città.

Porta d’ingresso all’acropoli, la Rocca Paolina, complesso storico-architettonico unico nel suo genere, è lo “scrigno” della città medievale perfettamente conservata al suo interno. Attraversata da moderne scale mobili che salgono al cuore della città tra vestigia storiche e suggestioni contemporanee, Perugia è città piena di “segreti” da svelare. Il suggerimento è di esplorarla con curiosità per godere a pieno l’emozione e il fascino della scoperta, come testimoniato un tempo dai  visitatori del Grand Tour e come tutt’ora fanno i tanti turisti e studenti che la frequentano.

Dalla duecentesca Fontana Maggiore parte un incantevole percorso nel centro storico, ricco di tesori, che vi condurrà alla scoperta di altre eccellenze, a volte insospettate, di una città brillante e vivace culturalmente e socialmente: musei, chiese, monumenti, palazzi, torri medievali oltre a significative testimonianze moderne e contemporanee.

Cinque sono i rioni che dall’acropoli, come le dita di una mano, si aprono alla visita: una serie di saliscendi, strade e stradine, vicoli e scalinate, scorci insoliti e pittoreschi che incrociano tratti ancora splendidi della cinta muraria etrusco-romana e medievale.

Musei pubblici e privati, laboratori di artigianato artistico, una cucina tipica che racconta il gusto e l’amore per la propria terra, fanno di Perugia un luogo dove fermarsi non è solo una sosta ristoratrice.

Essere qui significa vivere l’esperienza di una città ancora a misura d’uomo, dove antico e moderno, storia e contemporaneità convivono in armonia e nel dialogo tra culture e religioni diverse. Qui potrete ammirare le opere di Perugino, Pinturicchio e Raffaello; la contemporaneità di Burri e Beuys, tra le note di Umbria Jazz, della Sagra Musicale Umbra; godere della ricca stagione teatrale; giocare, col cioccolato come con l’immaginario; passeggiare per le vie del centro incontrando Braccio Fortebracci durante i giorni di Perugia 1416, il momento in cui la storia entra nel vivo e tutti possono provare l’emozione di viverla.