Dannati e condannati nell’età di mezzo

Giovedì 30 Novembre 2017, ore 17.30
Sala Sant’Anna, Viale Roma, 15

Terzo ciclo di conferenze nell’ambito di Perugia 1416.
Interviene: avv. Marco Luigi Marchetti

La ritualità di alcune procedure giudiziarie nel medioevo, crudeli quanto pittoresche,  rispondeva  all’ esigenza  non solo di irrogare condanne e di fare giustizia, ma di rendere pubbliche le violazioni  alle leggi e alle regole sociali.
Il condannato o l’insolvente  diventavano  così  una categoria a sé, come tante altre, da isolare nel contesto sociale, e muniti di segni che li rendevano riconoscibili, spesso nell’infamia o nella damnatio memoriae. Molte di queste procedure ci hanno raggiunto nella nostra epoca  residuando  espressioni o superstizioni (così per i debitori: essere “al verde” o essere “la pietra dello scandalo”, o andare a ramengo): tutti retaggi di questi riti, della esigenza di identificare e distinguere chi aveva rotto il patto di fiducia su cui si fondava il vivere civile.

Video della conferenza

Ingresso libero
Info: tel. 392 677 4439


Galleria fotografica