Magnifico Rione di Porta Santa Susanna

Lo stemma è una catena color ferro in campo azzurro, in onore delle acque del Lago Trasimeno

Porta-S-SusannaLO STEMMA

Lo stemma è una catena color ferro in campo azzurro, in onore delle acque del Lago Trasimeno, fin dove anticamente si spingevano i confini del contado. La figura non è di facile interpretazione: è stata riferita alle catene che pendono sopra il gran portale della Sala dei Notari al di sotto del Grifo e del Leone, ma l’argomento non è probante, perché le catene sono un trofeo di guerra che interessa l’intera città e non un solo rione. Altrettanto infondata è l’idea che la catena ricordi l’antico stemma dell’orso, perché è lo strumento per tenere a freno tanti altri animali.

LA STORIA

Il rione si estende verso Ovest e anticamente comprendeva i territori perugini attorno al Lago Trasimeno. Confina in Piazza Cavallotti e alla Maestà delle Volte con Porta Sant’Angelo e a metà di Via della Cupa con Porta Eburnea. Fra i monumenti maggiori il gran numero di Chiese lungo Via dei Priori fino a San Francesco al Prato, la Torre degli Sciri o degli Scalzi, l’Oratorio di San Bernardino, il Sodalizio Braccio Fortebracci, la Porta Trasimena, Palazzo Marini Clarelli, già degli Oddi, San Benedetto Vecchio alla Canapina.

 

CONFINI FUORI LE MURA DEL RIONE
con i territori ammessi secondo la mappa del prof. Grohmann
Vernazzano, Sanguineto, Tuoro sul Trasimeno, Badiaccia, Ferretto, I Bertoni, I Bologni, Nardelli, (no Pozzuolo), I Nonni, Vitellino, Contrada Mulino, Castiglione del Lago. Il confine salta tutta la costa fino a Sant’Arcangelo, Montali, Fontignano, Mugnano, Case Lunghe, Agello, Borgo Mandoleto, San Carlo, Santa Sabina, San Sisto, Lacugnano, Gualtarella. Annessi in via esclusiva anche Panicale, Collesanto, Antria. Il confine interno con Porta Eburnea è rappresentato da via della Madonna Alta, per cui il quartiere è suddiviso fra i due Rioni.

LINK

http://www.rioneportasantasusanna.it/home/
www.facebook.com